Agriturismo Il Filo di Paglia logo

Agriturismo Il Filo di Paglia agriturismo ecosostenibile liguria | b&b sostenibile 5 terre Ecosostenibilità

Ecosostenibilità

Quando abbiamo deciso di costruire una nuova casa per paura che quella vecchia non avesse delle buone fondamenta (paura infondata visto che abbiamo scoperto che poggia sulle roccia), non avevamo nessuna idea di come poterla fare...l'unica cosa che sapevamo è che l'avremmo voluta sana, ecologica e che potesse tornare nell'orto alla fine della sua vita. Dopo varie alternative, la casa di paglia ci sembrò la soluzione vincente.

Col passare del tempo poi ci siamo avvicinati alle idee della Permacoltura e si è fatta avanti la volontà di essere il più possibile autosufficientienti e indipendenti energeticamente.

Vediamo di riassumere brevemente quello che siamo riusciti a fare:

-0 inquinanti e sostanze chimiche nei materiali di costruzione della casa;

-la casa di paglia energeticamente consuma pochissimo; non abbiamo chiesto la valutazione energetica ma è sicuramente molto alta..fate voi che una stufetta da 5 KW, in pieno inverno, scaldava tre piani di casa mantenendo una temperatura di circa 25 gradi centigradi;

-pannelli fotovoltaici sul tetto per la produzione di elettricità;

-termocucina a legna per cucinare e, contemporaneamente, scaldare l'acqua delle docce, accumulandola in un puffer da 1000 litri;

-thermocompost (cumulo di cippato di ramaglie fresche che, tramite fermentazione aerobica, sviluppa calore) per mantenere l'acqua del puffer a circa 60 gradi centigradi, avendo a fine ciclo dell'ottimo compost, utile per fare agricoltura con poca acqua. Questo in attesa che le leggi permettano di autoprodursi il metano derivante dalla fermentazione anaerobica dello stesso;

-recupero acque piovane per i sanitari (in evoluzione);

-gestione degli orti con metodo biologico a scarso apporto di acqua e concime..noi usiamo il letame delle nostre mucche e il pacciame derivante da ramaglie boschive o paglia;

-gestione degli animali con fieno bio e farine il più possibile vicini all'azienda;

-autoproduzione alimentare quasi al 100%...farine, olio e vino probabilmente non ce la faremo mai..non ci sono gli spazi adeguati;

-lavoro a Km0 quindi non dobbiamo spostare mezzi per lavorare..abitiamo sul posto di lavoro;

-arredamento recuperato dal nostro ex negozio di antiquariato e dal ristorante marinaro.

 

.....Work in progress......:)